Cosa sono i MOCA?

L’industria del packaging risulta senz’altro tra le più varie in termini di prodotti e materiali, dal momento che serve clienti in moltissimi settori differenti. In questo articolo, però, ci interesseremo di una particolare categoria di confezionamento: parliamo degli imballaggi che rientrano nei cosiddetti MOCA.

La sigla sta per Materiali e Oggetti a Contatto con gli Alimenti: il nostro focus, dunque, sarà su tutti quei sistemi di confezionamento, per lo più flessibili, destinati ad uso alimentare. Per questi prodotti, naturalmente, la legge prevede particolari restrizioni e attenzioni, volte a tutelare la qualità degli alimenti, il valore della filiera e soprattutto la salute dei consumatori. Se siete interessati a sapere di più sul mondo dei MOCA, continuate a leggere!

Cosa si intende per MOCA

Abbiamo già visto, sia pur sommariamente, che la sigla MOCA fa riferimento a tutti quei materiali destinati al contatto con gli alimenti. Propriamente quando si parla di MOCA, si parla dunque di tutto ciò che durante la filiera entra a contatto con i prodotti alimentari: macchine, strumenti, e naturalmente imballaggi.

Sono pertanto dei MOCA tutti quegli imballaggi destinati al contatto diretto con gli alimenti: in questa categoria, dunque, rientrano numerosissime tipologie di confezioni di prodotti alimentari, fatte con materiali diversi (carta, vetro, latta o materie plastiche i più gettonati) e destinati a utilizzi e durate differenti.

Si pensi, per esempio, alla differenza che intercorre tra gli imballaggi di alimenti destinati a una lunga conservazione, come pasta, inscatolati e bevande, e quelli messi invece in commercio per un consumo immediato. Rientrano in quest’ultima categoria tutti i prodotti freschi, da banco, come frutta, verdura, carne o affettati.

In ogni caso, il principale requisito richiesto agli imballaggi MOCA è quello di riuscire a preservare la qualità dei prodotti nei vari passaggi che seguono la produzione: parliamo delle fasi di trasporto, stoccaggio, conservazione e vendita diretta.

La normativa, dunque, prevede che tali imballaggi rispondano a una serie di specifici e stringenti requisiti normativi, tali da renderli idonei e accreditati per la propria destinazione d’uso. Le leggi in materia sono di competenza europea: le analizziamo ora insieme, mostrandone i punti salienti.

Regolamenti europei relativo agli imballaggi MOCA

Per quanto riguarda la normativa sui MOCA, va detto subito che orientarsi nel mare magnum della legislazione vigente non è facile: il Regolamento CE 1935/2004, di fatto una sorta di legge quadro in materia, nel corso degli anni è stato infatti spesso ritoccato con ulteriori disposizioni volte a specificare singoli aspetti, o a riformulare alcune questioni.

Particolarmente importante è il Regolamento 2023/2006, all’interno del quale si specifica come tutte le aziende produttrici di MOCA hanno il dovere di effettuare un periodico e costante controllo qualità per poter operare e collocarsi sul mercato.

In particolare, bisogna prestare attenzione all’elenco delle sostanze che possono entrare in contatto con alimenti. In materia, il più recente aggiornamento è contenuto nel Regolamento 831/2018 (che aggiorna l’originale Regolamento 10/2011) all’interno del quale si elencano in particolare i materiali idonei o meno al contatto con gli alimenti.

Gli enti certificatori

Ogni azienda che opera nella filiera alimentare come fornitore di MOCA ha il dovere di controllare la qualità dei propri materiali, in modo da garantire in ogni step della filiera la tutela dell’alimento e del consumatore.

Pertanto, le aziende produttrici – si tratti di macchinari o imballaggi – sono tenute a certificare l’idoneità alimentare dei propri prodotti con appositi test svolti in laboratori specializzati. In questo modo, in caso di richiesta da parte della filiera o degli enti preposti al controllo, i produttori sono in grado di produrre documentazione che attesti la piena compatibilità alimentare dei propri prodotti.

Ad esempio, tutti i nostri sacchetti sono certificati per l’idoneità alimentare. Ciò significa che puoi usarli come packaging alimentare per mille prodotti diversi: caffè, frutta secca, biscotti.

Scopri tutti i nostri sacchetti certificati MOCA!