Carta Kraft: che cos’è?

Un rotolo di carta kraft

Nonostante la carta Kraft sia di uso comune le sue caratteristiche specifiche ed i metodi di produzione sono spesso ignorati da gran parte delle persone.

In questo articolo abbiamo deciso quindi di parlare di che cos’è la carta Kraft, come è composta, quali sono i suoi vantaggi e come usarla al meglio.

Le caratteristiche della carta Kraft

Resistenza

La principale caratteristica della carta Kraft è, come suggerisce il nome stesso ovvero “forza” in tedesco, la sua resistenza. Si tratta di un materiale che, sebbene cartaceo, è capace di sopportare le sollecitazioni. Viene utilizzato in vari ambiti industriali e comuni ma anche per imballaggi di prodotti ingombranti e pesanti.

La carta Kraft è capace di sopportare urti, usura e difficilmente si strappa, assicurando il contenuto dell’imballaggio e impedendone la fuoriuscita, rendendosi versatile in molto ambiti grazie alla sua robustezza, non a caso viene impiegata per il confezionamento di calce, cemento e altri materiali pesanti.

Sopportazione dell’umidità

La carta Kraft si dimostra idonea al trasporto di materiali in polvere o similari, in quanto capace di sopportare al meglio l’umidità.

È infatti possibile lasciare sacchi di questo genere anche all’esterno senza che il contenuto si rovini, grazie a uno spessore e a una consistenza semimpermeabile. Ciò che si crea è una sorta di pellicola che protegge i vari materiali, preservandoli almeno in parte degli effetti dovuti all’umidità.

doypack realizzati con carta kraft

Come viene usata la carta Kraft: ambiti di impiego

Possiamo trovare carta Kraft in diversi ambiti industriali grazie alla sua resistenza e versatilità.

La carta Kraft è molto utilizzata nel packaging alimentare, per la realizzazione di imballaggi per polveri, farine, caffè, frutta secca, ma anche per creare buste, doypack, scatolette e contenitori per l’asporto.

La sopportazione del peso rende questo materiale idoneo anche alla realizzazione di grandi sacchi, come quelli destinati ai materiali edili come calce, sabbie, etc.

Come viene prodotta la carta Kraft

Per ottenere la carta Kraft è necessario estrarre la cellulosa presente nel legno, attraverso il processo Kraft (o processo al solfato). Il legno – selezionato all’origine in base a specifiche caratteristiche – viene posto all’interno di grandi autoclavi nelle quali, ad alte temperature e grazie a reazioni chimiche, viene ottenuta la cosiddetta polpa di cellulosa, dalla quale poi si ricava la carta con le sue caratteristiche di resistenza e robustezza. La resistenza del prodotto è data dalla quasi totale eliminazione della lignina, contenuta in molte altre tipologie di carta e che le rende più deboli e meno robuste.

Per trasformare il prodotto in una pellicola resistente all’umidità sono impiegati altre componenti che interagiscono positivamente con la cellulosa.

Carta Kraft: perché sceglierla

Il principale vantaggio della carta Kraft è che rappresenta un materiale resistente, ecosostenibile e riciclabile.

Grazie alla sua resistenza i sacchetti in carta kraft possono essere riutilizzati dal cliente diverse volte e, a fine vita, può essere riciclata per produrre nuova carta.

Scopri i nostri prodotti a base di carta kraft!